Le ceste del Bepi

Quando guardi le mani di Bepi, ti pare sia tutto facile, che il legno si pieghi docile sotto le sue dita grosse ma gentili, dai gesti sapienti di chi ha l’arte già messa da parte. Vedere nascere una cesta da mucchi di ramoscelli e bastoni di castagno è una specie di magia.

Il castagno cede la sua resistenza al calore del fuoco, perché solo così ne puoi ricavare otto strisce destinate a far da base alla cesta. E poi comincia il gioco degli incastri, dei ramoscelli di sanguinello che tre alla volta si flettono e obbedienti si alternano davanti o dietro alla striscia di castagno… una volta davanti e due dietro. E tu guardi Bepi che le fa scivolare via che è un piacere e pensi: che ci vuole? Poi ci provi e ti rendi conto che ci vuole destrezza, pazienza, forza, una gran manualità e, come per tutte le cose, un po’ d’amore. Ma poi, un po’ alla volta, fai tua l’alternanza dei ramoscelli, e vedi le pareti della tua cesta che crescono, gli dai la giusta rotondità tenendola fra le gambe, ma con la delicatezza che anche il legno pretende. Quando finisce una stecca devi essere pronto a sostituirla, incastrandone una nuova, fissandola bene affinché non scappi via. E’ una sfida continua, ma Bepi ti incita, ti dice che sei brava e tu gli credi e continui e la tua cesta stortignaccola ti pare la più bella che tu abbia mai visto.

E tutto questo mentre riassapori il gusto delle cose perdute e ritrovate, il piacere di lavorare con gli altri infilando bacchette e ciacole, gustando le pome cotte, e assaporando la bella sensazione che le tue mani stanno “creando” un oggetto che ti ricorderà questi momenti.

La mia cesta ha già portato carote, patate e pisacan, ed ogni volta che la vedo ne sono intimamente orgogliosa, anche se il Bepi ci ha messo parecchio del suo, ma questo la rende solo più preziosa! Ringrazio Enrico, Nadia e famiglia e le persone con cui ho condiviso questa bella esperienza e che, come me, immagino abbiano già il prurito nelle mani per la voglia di intrecciare una nuova cesta!

Caterina

Scorri le altre foto della giornata ∞

Annunci

One response to this post.

  1. Posted by luisa on 18 marzo 2012 at 18:41

    la nostra cate, che con la sua sensibilità e il suo calore ci ricorda di prestare attenzione alla magia dei momenti !! brava bimba !! un abbraccio Luisa

    Rispondi

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: