Intonaci&intonaci

Ricordate la stufa russa autocostruita a Novembre scorso?
E la serra/semenzaio iniziata in primavera?

Tutte e due le strutture necessitavano di essere intonacate, ed è giunta la giusta occasione per sperimentare insieme alcune tecniche, utilizzando materiali naturali, creatività ed entusiasmo.

Il primo lavoro lo abbiamo svolto sulla stufa russa, posando lo strato iniziale composto da argilla, caolino (roccia argillosa presente in zona) e cocciopesto. La stufa ha assunto così un aspetto color rosa scuro.

In attesa della sua asciugatura e la successiva fase di decorazione, siamo passati alla serra. La serra è composta da tre pareti finestrate, per accogliere quanto più possibile la luce e il calore del Sole, e da una parete retrostante piena. Tale parete è formata da una struttura di bambù, riempita e coperta da un impasto di argilla e paglia. L’intonacatura esterna proteggerà dalle intemperie tale impasto.

Per ottenere l’intonaco di fondo abbiamo mescolato argilla, sabbia grossolana e paglia tritata. Nel secondo strato di finitura abbiamo utilizzato caolino, calce calda, sabbie fine e cocciopesto. La calce calda si crea aggiungendo acqua alla calce viva e al resto dei componenti. All’inizio la calce viva sembrava spenta e poco reattiva a causa dell’umidità, invece dopo un po’ ha iniziato a ribollire e fumare. La calce viva deve essere usata con molta attenzione, ma ha un che di magico, di alchemico quando inizia il suo processo di trasformazione.

Intonaci06

La posa dell’intonaco è un’operazione molto coinvolgente. Assorbe la tua mente. Le tue mani vanno e i pensieri scivolano via. Si instaura una sensazione di benessere, che il materiale completamente naturale con la sua consistenza, il suo odore e colore acuisce.

Intonaci27

Ad un certo punto eravamo tutti immersi in una bolla di energia che andava dalla parete a noi e da noi alla parete. Tutto questo soprattutto dopo che erano state fatte le decorazioni sul lato esterno: due cerchi incrociati a formare una “Vescica Piscis” o “Mandorla Mistica”, e due “Semi della Vita” (simbolo noto anche come “Sole delle Alpi”), princìpi geometrici del simbolo universale “Fiore della Vita”.

La parete esterna è stata infine decorata da una cornice, ottenuta facendo vibrare corde di nylon intinte nel caolino. Le vibrazioni si sono così disegnate sulla parete.

Tornati alla stufa russa, abbiamo eseguito le decorazioni seguendo alcuni disegni preparati in precedenza da Erica ed Adam. Abbiamo dipinto le pareti della stufa e del muro attiguo con curve sinuose di vari colori ottenendo un eccellente risultato.

Intonaci34

Ringraziamo chi ha lavorato e reso possibile tutto questo, e in particolare Gigi per la sua maestria, arte, pazienza e dolcezza.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: