Posts Tagged ‘Tretto’

Andar per Erbe – Erbette e ricette

La primavera è arrivata a San Rocco. Il tempo è buono. Che cosa c’è di meglio che andar per erbe?
Ecco che la San Rocco Community ha organizzato una giornata di ricerca di erbe e successivo impiego nella preparazione di prodotti ad uso curativo e di piatti gustosi.
La proposta ha avuto un grande successo tanto che c’è stata una seconda edizione per poter accontentare tutte le richieste di partecipazione.
Le nostre nonne e bisnonne facevano normalmente raccolta di erbe all’inizio della buona stagione, e non solo. Era un modo per integrare la dieta che durante l’inverno era piuttosto scarsa di vegetali e depurare l’organismo. In più molte erbe hanno proprietà medicinali e raccoglierle per utilizzarle in caso di malattia era fondamentale.
Anche ai giorni nostri è di grande aiuto avere una certa conoscenza delle erbe e piante che hanno un utilizzo medicinale e/o alimentare.

.

Gli incontri per la conoscenza delle erbe sono anche una possibilità di crescita umana e spirituale. Il contatto contemporaneo tra persone e piante consente di ritrovare la nostra anima più profonda, quella che nelle epoche primordiali ha permesso la sopravvivenza avendo la capacità di comunicare con tutti gli esseri viventi. E poi, fra le persone che si incontrano accomunate dall’amore per le piante, avviene una sorta di riconoscimento.
Quando si raccolgono erbe spontanee scatta in noi qualche cosa di atavico. In noi è rimasta la memoria di quando l’essere umano era cacciatore e raccoglitore. Per lo più era raccoglitore perché prendere un animale non era poi così facile.
Al momento della raccolta, parte un grande entusiasmo e una vivace curiosità come se raccogliere erbe fosse un mezzo per sopravvivere o curare ogni malattia.
Alla fine poi tutti tornano a casa ricordando la bella giornata, la passeggiata tra i prati, le pentole fumanti per le preparazioni erboristiche e il pranzo a base di erbe spontanee.
Montagne di buona volontà, appunti scritti sui taccuini, interesse smisurato per le proprietà delle erbe anche se poi si ricorderà solo qualche erba per ogni uscita.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le persone che partecipano ai corsi di riconoscimento e utilizzo delle piante spontanee sono in grande maggioranza donne. Forse perché in fondo le donne hanno tutte poteri magici?
Il fatto di estrarre principi attivi dalle piante è stato in tempi non troppo lontani considerato attività diabolica e le donne che praticavano questa attività apparivano come streghe e come tali furono perseguitate. La conoscenza unita alla lettura e all’ascolto delle erbe può dare infatti grandi risultati per il benessere fisico ed energetico delle persone e questo spaventava i detentori del potere religioso ed economico.
Questi incontri di erbette e ricette della San Rocco Community sono stati ispirati proprio da un team di donne “magiche”, con diverse caratteristiche, chi di ascolto delle piante nei loro aspetti anche energetico e sottile, chi di attenzione e presenza, chi di passione nel cuore e nelle mani, chi di creatività culinaria e non solo mescolata alla conoscenza, chi di capacità di leggere il libro della Natura.
Nadia ha guidato il riconoscimento delle erbe selvatiche e la produzione dei prodotti erboristici, Erica ha introdotto i partecipanti alla permacultura e ha presentato il florido orto sinergico dove le piante hanno un aspetto felice e la spirale delle erbe aromatiche, Silvana e Stella hanno preparato speciali e creativi piatti vegetariani, vegani e senza glutine che i presenti hanno deliziosamente degustato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Si sta anche pensando di organizzare in futuro corsi di cucina riguardanti l’utilizzo di erbe spontanee e altri vegetali.
Grazie a tutti i partecipanti e a tutti quelli che hanno concorso all’organizzazione! Le giornate sono state splendide in tutti i sensi.

Celebriamo l’orto sinergico!

.

.

In questi giorni, che ci stiamo preparando ad accogliere un nuovo gruppo di aspiranti agricoltori sinergici (ecco qui dove si trovano informazioni sul prossimo corso), mi è venuta voglia di celebrare quelle fantastiche giornate di giugno in cui, da un pezzo di terreno colmo di sassi e gramigna, abbiamo tirato fuori quattro bellissimi bancali di sinergico.

.

.

La celebrazione passa per una raccolta di immagini, che prima ancora delle parole trasmettono molte delle sensazioni di quei giorni, e poi mi piacerebbe lasciare aperta la fine di questo post ai commenti e ai ricordi di chi quel corso lo ha vissuto in prima persona. Aggiungerò i contributi mano a mano che mi arriveranno.

.

Intanto una carrellata di immagini sull’orto, e il suo processo da terreno incolto a universo sinergico.

.

 

.

…quello che ha arricchito ancor di più l’esperienza di questo corso è stata la cucina ottima e creativa di Silvana&co., con i pasti che erano momenti di festa e di ristoro…

.

Questo slideshow richiede JavaScript.

.

.

.

…e infine celebro la bellezza e il prezioso contributo di ciascuno di noi, che eravamo in quell’orto assieme, a imparare e a creare, a osservare e a stupirci, a ricevere saggezza dalla terra e a donare, a questa terra, un gioiello meraviglioso e vivo.

.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Commenti di alcuni corsisti:

“non sono stata presente alle  due giornate di pratica ma sui vostri volti sono percepibili innumerevoli emozioni… gioia, condivisione, energia, sacrificio… bravissimi!!” Fabiola

“Docente preparatissimo, nozioni apprese illuminanti, contesto splendido, gruppo affiatato, cucina genuina e deliziosa…Che dire di più?!” Elisa

Un Orto Sinergico sta nascendo a San Rocco!

Sinergico

Una nuova pagina del nostro cammino in contatto con Madre Terra sta per essere scritta qui a San Rocco dove, proprio sul terreno della Corte del Vento, il prossimo fine settimana inizierà un Corso di Agricoltura Sinergica.

.

In due week end un gruppetto di 10 appassionati, realizzerà tre bancali partendo da un terreno vergine, non coltivato da almeno un decennio. Oltre l’orticoltura biologica, ci rapporteremo con le intuizioni di Masanobu Fukuoka, elaborate dall’agricoltrice spagnola Emilia Hazelip.

Ci condurrà in questo viaggio, tra teoria ed esperienza, Emanuele Mercedi, docente della Libera Scuola di Agricoltura Sinergica Emilia Hazelip, che ha collaborato alla stesura del testo, fresco di stampa, Agricoltura Sinergica, Terranuova Edizioni, maggio 2014.

.

Per chi vuole unirsi a noi, ci sono ancora un paio di posti tra i corsisti!

Per informazioni o iscrizioni: https://sanroccocommunity.org/incontri-e-iniziative/realizziamo-un-orto-sinergico/

Una nuova finestra nel mondo

Così è iniziata questa avventura che ci sta accomunando, da questo invito a guardare oltre, a spaziare verso le infinite possibilità che il mondo offre. Ci stiamo cercando, trovando, o in certi casi ritrovando, sospinti da un vento caldo e amorevole, proveniente dal profondo delle nostre anime desiderose di condividere e vivere insieme un Sogno ad occhi aperti.

Siamo ancora al di qua della finestra, in contemplazione. Ma siamo anche in piena attività, e i primi piccoli ma significativi passi sono stati fatti. Alcune anime coraggiose hanno deciso di togliere il velo delle tende e l’opacità del vetro e di aprire la finestra, per poter osservare senza filtro e con maggior chiarezza d’intenti ciò che ci attende. In quel luogo magico, in quei prati e boschi, in quel panorama che lascia senza parole, ognuno di noi ha visto se stesso muoversi e restare immobile, agire e riposare, invecchiare e ringiovanire, in una sola parola Vivere. Ognuno di noi ha visto un proprio pezzetto di futuro e allo stesso tempo il futuro di altre persone, ma prima di tutto ha ascoltato il proprio presente per compiere una scelta precisa, condita sicuramente da dubbi e timori tipici di ogni movimento umano verso l’ignoto, ma forte e decisa.

La finestra è grande e può accogliere ancora altri sognatori e pionieri, desiderosi di mettersi in gioco e condividere i propri talenti e le proprie virtù, per sostenere quegli intenti comuni che mai ci stancheremo di tenere presenti durante la realizzazione del progetto Ecovillaggio. Intenti che sono le nostre colonne portanti, e che sempre più scopriamo essere in risonanza con la volontà e le scelte effettive di sempre più persone. 

A breve vi aggiorneremo sui progressi e sulle novità emerse durante la riunione di Domenica 21 Febbraio.

L’ecovillaggio

Luogo dove sorgerà l'ecovillaggio

Il luogo dove sorgerà l'ecovillaggio

CERCHIAMO UN GRUPPO DI PIONIERI…

… che condividano un progetto di vita che comprende:

  1. La costruzione di un Ecovillaggio nel rispetto totale dell’ambiente che ci ospiterà, con utilizzo di materiali semplici ed essenziali, a contatto con la terra,  in un luogo tra i più belli della nostra zona, il Tretto di Schio.
  2. La ricerca di relazioni più profonde tra le persone, dove i valori di solidarietà, condivisione e sincerità siano alla base dei rapporti tra noi.
  3. Il desiderio di dedicare parte del proprio tempo e del proprio denaro ad attività collettive, e in particolare ad attività agricole, in misura diversa a seconda del livello di condivisione che ciascuno si sentirà di sostenere.

Al progetto possono partecipare sia singole persone che nuclei familiari.  I tempi di realizzazione sono ragionevolmente prevedibili in quattro anni.

Per maggiori informazioni guarda la nostra presentazione:

L’ecovillaggio

 

 

INIZIATIVA

Fino a quando non ci si impegna, c’è esitazione, possibilità di tornare indietro, e sempre inefficacia. Riguardo ad ogni atto di iniziativa e creazione, c’è solo una verità elementare, ignorare la quale uccide innumerevoli idee e splendidi piani. Nel momento in cui ci si compromette definitivamente, anche la provvidenza si muove. Ogni sorta di cose intervengono in aiuto, cose che altrimenti non sarebbero mai accadute. Una corrente di eventi ha inizio dalla decisione, facendo sorgere a nostro favore ogni tipo di incidenti e di imprevisti, di incontri e di assistenza materiale, che nessuno avrebbe sognato potessero avvenire in questo modo. Qualsiasi cosa tu possa fare, incominciala. Il coraggio ha in sè il genio, il potere e la magia. Inizia ora!

dal “Faust” di J.W. Goethe

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: